giovedì 29 aprile 2010

Nascere non esiste...



Stamattina Michelangelo era un po' pensieroso.
-Mamma, mi sono ricordato finalmente che voi non siete i miei veri genitori
...
...
...
-Ah... e chi sarebbero i tuoi veri genitori, scusa la curiosità (mi ricordo perfettamente il parto e la fatica di farlo uscire...)
-Mi ricordo che i miei veri genitori mi hanno abbandonato nello spazio, in una navicella spaziale. Nascere non esiste, mamma. Quella parola vuol dire uscire dal cuore dei genitori dello spazio e comparire nella tua pancia, che ora sei diventata la mia mamma
...
...
Interviene Lorenzo, mentre rifletto sulla rivelazione di mio figlio
-Anche io melo ricordo!
-E' vero, mamma, io e Lorenzo eravamo fratelli anche nello spazio
-Eh si, poi i genitori se ne sono andati e non ci hanno neanche salutato... quegli stlonsi...
...
Effettivamente potevano almeno salutare...

7 commenti:

  1. meravigliosi..devo conoscerli per forza prima o poi..sono certa che a Sveva piacerebbero!
    bacioni bella
    roberta

    RispondiElimina
  2. Salvatore... mi è venuto lo stesso dubbio....
    Roberta, prima o poi o noi veniamo giù al mare o voi a Milano per una gita!

    RispondiElimina
  3. Ma tu dimmi la fantasia dei bimbi....Scusa ma sto ancora ridendo invece per quelli "stlonsi"...Troppo belli i tuoi bimbi!!!
    Ciao!!!

    RispondiElimina
  4. eh si, il dubbio esiste!!!

    RispondiElimina
  5. Miriam, la storia degli stlonsi fa spaccare anche me! Avresti dovuto vedere la sua faccia sconsolata per non esser stato salutato!

    RispondiElimina

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin