giovedì 13 maggio 2010

la sindrome del campioncino...





Da quando sono incinta mi aggiro pericolosamente per il supermercato con aria avida a caccia di offerte e "cose-da-testare". Ebbene sì, sono ricaduta in "sindrome da campioncino". La prima volta che ho contratto questa sindrome è stata alla prima gravidanza, quando aspettavo Miche. Ho cominciato compulsivamente a mandare mail a tutte le aziende legate, anche tangenzialmente, al mondo dell'infanzia. In poco tempo avevamo la casa piena bustine, scatolette, biberon, ciucci, salviette... Mi ricordo l'emozione ad ogni pacco: chissà cosa conterrà...

Con la gravidanza di Lorenzo ero riuscita a calmarmi un pochino... pochino... ma questa volta avevo deciso di far finta di niente: al terzo figlio so bene cosa acquistare! Ah!

Ma la trappola era già in agguato, mi hanno dato dei pannolini Huggies SuperDry da testare :) e mi son trovata nuovamente nel turbine...

Al momento non sono in grado di testarlo, a dire la verità, a meno che non obblighi Miche o Lorenzo a indossarlo, ma rimarrebbe comunque inutilizzato. A me non entra, per cui niente, non lo testo neanche io... tuttavia l'ho accettato per "affetto" (e poi tra 4 mesi mi servirà...) perchè è il pannolino che ci ha "salvato". O meglio, ha salvato il sederino di Lorenzo. Al contrario di Michelangelo, che ha la pelle di un rinoceronte, Lorenzo è piuttosto delicato e i primi giorni abbiamo faticato non poco a trovare il pannolino giusto. Sembrava un gambero al vapore ad ogni cambio ma non capivamo come mai. Al terzo cambio di marca di pannolini son capitata agli Huggies e finalmente Lorenzo è tornato rosa-porcellino! Devo dire di essere rimasta stupita, non pensavo che ci fosse una tale differenza tra un pannolino e l'altro a dire il vero. Sicuramente ha inciso il fatto che, al contrario di molti altri pannolini, questo è fatto in modo che la pelle respiri, essendo fatto di tessuto traspirante ma credo che sia stato determinante anche il fatto che all'interno non contengano lozioni né lattice sulla parte a contatto con la pelle e siano ipoallergenici. Durante il primo mese di vita Lorenzo di notte si svegliava spesso, così avevo preso una cremina da spalmare sul petto, ai fiori d'arancio, per conciliare il sonno. Risultato: dopo 2 giorni era già viola, sembrava gli avessero passato l'evidenziatore sul torace... Tutto sommato forse testare i prodotti è utile...
A questo punto, quasi quasi, io mi butto nella mischia e ricomincio a scrivere mail per avere altri campioncini ... :)

2 commenti:

  1. non sapevo dei "campioncini". Dovrò dirlo alle mie amiche in dolce attesa.

    RispondiElimina
  2. Mi ero fatta anche una lista di indirizzi mail a cui mandare la richiesta. Se la trovo di avviso. In ogni caso digitando su google campioncini gravidanza qualcosa dovrebbe saltar fuori!

    RispondiElimina

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin