mercoledì 1 settembre 2010

Semplicemente Edoardo



30 agosto 2010 - ore 7.15 circa
... chissà perché solo nei sogni capitano queste cose... continuo a sognare di avere mal di pancia... è il terzo sogno che faccio così, poi mi passa... un rumore sordo mi sveglia, apro faticosamente gli occhi: ho i crampi alla pancia, Max sta per uscire, io sono troppo rimbambita dal sonno per capire cosa stia succedendo.
Lo realizzo quando Max è già andato: CONTRAZIONI.
Ok niente panico... Max tornerà nel giro di 1 ora e mezza, intanto mi preparo.
Passo 1 oretta ad ammorbare Saoul via chat su Facebook, segnalandogli ogni mia contrazione, l'intensità e la durata (nonostante ciò oggi è venuto a trovarci... grazie!) mettendolo praticamente in travaglio. Nel frattempo avviso mia mamma, che in questi giorni sta vivendo con la valigia in mano, povera donna!
Alle 9.30 arriva Max, le contrazioni mi sembrano più blande... che facciamo? Falso allarme?
...
La rischiamo?
...
Decidiamo di andare in ospedale per sicurezza, tanto devo ritirare delle analisi, e mi faccio dare un'occhiata. Max deve portare un foglio in banca.
Passiamo dalla banca, Max mi prende dalle mani il foglio
...
...
Lo inseguo... -Max! sono le mie analisi quelle che stai per consegnare al direttore
...
...
Bene... l'importante è rimanere calmi e lucidi in queste situazioni: CALMI E LUCIDI.
Andiamo in ospedale, accettazione, monitoraggio, ma nel frattempo le mie contrazioni sono diventate ridicoli crampetti: riesco a raggiungere solo 1 volta un picco degno di nota... uff
Tuttavia il medico mi visita.
Olé è lo stesso con cui ho partorito Lorenzo ripetendo la formazione del Milan degli olandesi... oggi non è tanto soddisfatto per l'acquisto di Ibra ma mi annuncia che Edoardo sarà dei nostri entro sera: a casa a mangiare, pomeriggio tranquillo in poltrona e all'intensificarsi delle contrazioni in ospedale a partorire!

Torniamo a casa pieni di speranza e, io, di terrore: nonostante la felicità di poter finalmente vedere Edoardo e liberarmi di questa boa sull'addome, l'idea che il nostro terzo figlio abbia una padella da ristorante al posto della testa un pochino mi inquieta...
A casa mangio in maniera smodata, come un vichingo pronto alla battaglia e poi mi isso sul divano per riposarmi prima della grande fatica, mentre mia mamma e i genitori di Max "gestiscono" Miche e Lorenzo, eccitati oltremodo dalla situazione.

Piano piano scivolo in uno stato simil-catatonico, comincio a sognare, mi rilasso tra una contrazione e l'altra (sporadiche e leggere) quando all'improvviso, senza quasi rendermene conto, mi ritrovo in piedi, le gambe calde, del liquido
...
tanto liquido mi cola lungo le gambe...
-Uh! Caccio un urletto per attirare l'attenzione di Max senza spaventare i bambini
Il risultato non è dei più lusinghieri: Max mi guarda come se fossi pazza, Miche esclama -Bleah che schifo! La mamma si è fatta la pipì addosso!
...
Son soddisfazioni...
Corro in bagno a sistemarmi per uscire, nel frattempo Max entra in partita e ci siamo, si va in ospedale.
...
...
Peccato che siano le 17.15 e oggi sia il primo lunedì di rientro dalle ferie. Sulla strada per l'ospedale ci sono tutti, ma proprio TUTTI. Riusciamo ad arrivare.

Monitoraggio
...
... 40 minuti ...
Capperi... (non è vero, non ho pensato proprio capperi...) sono alla terza gravidanza, ho le contrazioni, ho perso il liquido amniotico e invece di visitarmi per vedere a che punto sono mi fanno 40 minuti di monitoraggio... e le contrazioni cominciano a crescere...
Ogni 5 minuti mi contorco un po' sulla scomodissima poltrona del monitoraggio. Non ne posso più, ho voglia di alzarmi.
Finalmente si arriva alla fine e... mi visiterà qualcuno?!
...
...
No, non subito, c'è prima l'angolo della pediatria in pillole tra la ginecologa, l'ostetrica e Max che si scambiano pareri mentre io mi contorco e sudo come una mucca in preda alle contrazioni che montano.
...
...
Ne parliamo dopo che sto per sganciare il fantolino sulla poltrona?!
-Su, dai! Andiamo a fare la visita!
Alzo lo sguardo e li vedo tutti e tre che mi fissano come se fossi arrivata in ritardo al MIO parto...
Si avviano, loro, ma io ho una contrazione e non riesco ad alzarmi...
...
Eh ma che fatica...

Finalmente riesco a raggiungere il lettino per la visita, Max si rende conto che il tempo comincia a stringere ed entra in azione cercando di snellire le "procedure

-mmmhhh sento ancora un bordino... mmmhh manca ancora...
Son presa dallo sconforto: ma come?! Tutta sta fatica e sto sbattimento e siamo ancora all'inizio?
Guardo la ginecologa e azzardo un:-2cm di dilatazione o proprio niente niente?!
...
...
-mmmhh noooo, saremo a 7 cm, forse è meglio preparare la sala
... L'ostetrica caccia un urlo: un terzo parto a 7 cm... ci siamo, sta per partorire!
La flemma della ginecologa non influenza nessuno, per fortuna e partono tutti a razzo, tranne me, che in preda a un'altra contrazione sto architettando un piano segreto per raggiungere la sala parto in tempo utile.
Max mi "arraffa" e mi porta nella sala travaglio dove cercano di issarmi su un lettino: bello! con la copertina, il materasso morbido, il cuscino... mi appoggio.
-Max io sto qui.
...
...
-Scusa?!
-Non entro. Sto qui, è comodo
Ma prima che Max possa ribattere parte una contrazione, anzi, LA contrazione, la madre di tutte le contrazioni, la nonna di tutte le contrazioni e io urlo (tanto ormai la figura l'ho fatta)
-Max MI SCAPPA TUTTO!
...
Max mi agguanta in braccio e si lancia in sala parto (nel frattempo aveva già indossato la maglietta da Superman che usiamo ormai a tutti i nostri parti...) dove stanno preparando...
Non è una semplice contrazione: è una spinta!
Mi "posa", in realtà è più un lancio... bello, preciso, ma un lancio... sul lettino e nel giro di... boh 3 minuti? Forse 5 mi ritrovo Edoardo sdraiato sul pancione (ebbene sì, vi comunico che nonostante gli sforzi, alla terza gravidanza possiamo parlare di pancione anche dopo il parto...).
...
...
-Basta... Adesso potete farmi tutto quello che volete, io sono felice...
Mi hanno preso alla lettera... porca miseria, ma chi se ne frega!
Ho Edoardo tra le braccia, lo guardo e nei suoi occhietti furbetti rivedo quelli di Miche e di Lorenzo. Alzo lo sguardo, vicino a me c'è Max che, nonostante le scene poco dignitose a cui ha assistito, mi sussurra con gli occhi lucidi -Sei la numero uno
..........

10 commenti:

  1. Evviva Edoardo, il suo atterraggio morbido, il suo essere un piccolo alieno tutto rosso, la calma serafica dei due piccoli demoni, le nozioni sullo yoga, le mie contrazioni più forti delle tue, i negrosky ed i salatini di merda...

    RispondiElimina
  2. che bello questo "sogno" non vedo l'ora di conoscere il piccolo e di vedere Miche e Lorenzo alle prese con questo nuovo piccolo cucciolo.

    Io sono un pochino in ritardo ma il piccolo uragano Nina mi ha stregata e la sera non vedo l'ora di contemplarla nelle sue mille smorfiette.

    RispondiElimina
  3. Grande Silvia !

    bellissimi come sempre i tuoi scritti.

    ilaria

    RispondiElimina
  4. Mi hai fatto commuovere!!! Ti mando tanti baci, ribadisco che è BELLISSIMO il tuo bambino!
    Ciao e mille auguri ancora!

    RispondiElimina
  5. Grazie! Grazie a tutti, quando sarà più grande credo che a Edoardo farà piacere leggere i commenti! :)

    RispondiElimina
  6. ..tutto d'un fiato..ho letto tutto e mi sono emozionata..che bello tre figli..io se avessi iniziato prima ne avrei fatti 10!!
    ti abbraccio ancora forte.
    roberta

    RispondiElimina
  7. 10... io mi fermo a 3! Ancora mi stupisco di averne 3...

    RispondiElimina
  8. mi sono super emozionata!! che bello, che meravigliosa magiaaaaaaaaaaaaaaa!!!! sospiracchio con tanta voglia di un cuccioletto ometto anche io, chissà se convinco il ns papyno!! intanto ancora complimentissimi!

    RispondiElimina
  9. evviva! evviva! evviva! un evviva per ogni parto
    laura (di donato), quella che ti diceva che con tre è come con due, o quasi... te lo ribadisco: ora che il terzo ha un anno, se lo spupazzano le sorelle, come se fosse un cicciobello, ma di ciccia, e non di plastica ;)

    RispondiElimina
  10. wow! siete stupendi... tutti e 5! Hai dei figli molto fortunati perchè hanno dei genitori veramente stupendi! un grossissimo abbraccio Fla

    RispondiElimina

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin