venerdì 4 gennaio 2013

Ritorno a Riverton Manor


Anno nuovo, buoni propositi. Sono una lettrice. Adoro leggere, soprattutto romanzi. Soprattutto inglesi o americani. Così ho deciso che accanto ai racconti sui tre porcellini da oggi e finché riuscirò a mantenere il proposito, scriverò anche sui libri che sto leggendo o che ho già letto in passato. Inauguro questa serie di post con un libro che ho lungamente cercato, non ho trovato e poi ho ricevuto in prestito da un'amica (che mi aveva già prestato un libro meraviglioso di cui parlerò una delle prossime volte).
Il libro in questione, che ho divorato durante le vacanze di Natale è Ritorno a Riverton Manor di Kate Morton (cliccando sul titolo vi ritroverete sulla pagina di Amazon dove... attenzione attenzione... ora è finalmente di nuovo disponibile la ristampa!)

Premetto che adoro i libri che parlano del passato e i libri "in costume", quelli che ti fanno sognare di tempi più che passati, alla Jane Austen per intenderci. Ritorno a Riverton Manor è ambientato nel periodo di passaggio tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo. In bilico, dunque, tra il nostro mondo e il passato. In poco più di 500 pagine assistiamo alla diffusione delle macchine, alla nascita del telefono, ai primi segni di emancipazione della donna in un racconto che salta tra passato e presente intrecciando le vite dei personaggi. Kate Morton è un'appassionata di letteratura gotica e nei suoi primi due romanzi (questo e Il giardino dei segreti, altro libro bellissimo che mi è stato prestato da un'altra amica e del quale parlerò in un altro post) si vede. E' presente in maniera quasi ossessiva il tema del passato che permea il presente fino a deformarlo con la sua eredità. Famiglie distrutte da segreti che, in quanto tali, erodono il tessuto famigliare dall'interno. Un tema molto presente è il rapporto madre-figlia, molto sentito dall'autrice. Tutte le protagoniste dei suoi libri custodiscono un segreto che, proprio perché tenuto nascosto, genera un pattern che viene ripetuto per generazioni fino alla rivelazione che ne interrompe il ciclo.

Nel 2011 è uscito il suo terzo libro, Una lontana follia che non ho ancora letto ma che leggerò sicuramente. L'edizione cartacea è al momento introvabile. I fortunati possessori di un Kindle lo potranno acquistare però in versione e-book.
Al prossimo libro!

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin