domenica 3 marzo 2013

Spavento!




Ieri Lorenzo è caduto dalla scaletta del suo letto a castello. Ho sentito un tonfo e un urlo. Dall'urlo ho creduto si fosse rotto qualcosa. Corro su per le scale col cuore in gola.
-Lorenzo che cosa è successo?! Non ti muovere! Stai fermo e dimmi dove senti male.
Piange con la bocca spalancata.
-Lorenzo, respira e stai calmo. E' tutto a posto. Dove ti sei fatto male?
Intanto sale anche Miche. Lo spedisco a prendere del ghiaccio. Lorenzo piange ancora ma sembra più tranquillo. Mi indica il piedino.
-Mi fa maaaaale!
Mettiamo il ghiaccio e gli spiego che dobbiamo aspettare un pochino e poi quando se la sente proviamo a camminare e vedere se riesce ad appoggiare il piedino a terra.
-Se non riesco ad appoggiarlo cosa facciamo? Mi porti dal dottore?
Mi guarda con gli occhioni preoccupati.
-Se non riesci a camminare chiamiamo la nonna che viene a tenere compagnia a Miche ed Edoardo e noi due andiamo al pronto soccorso.
-E lì cosa fanno?! Mi ottureranno il piede?!
...
-Ehm, no amore. Quello è il dentista. Ti metteranno il gesso che dovrai tenere per un po'.
Mi guarda. So che deve chiedermi qualcosa. Vedo le rotelline girare. Sta cercando di capire qualcosa.
-Ma mamma mi tagliano?
-Ma no! Il gesso è una benda dura dura che mettono per tenere fermo il piede in modo che le ossa si sistemino da sole. Il nostro corpo è intelligente e sa cosa fare.
-E non mi tolgono tutti i rottami di osso?!
...
Adesso capisco perché piangeva così tanto...

2 commenti:

  1. Mi spiace per Lorenzo e ora come sta?
    Dagli un grosso bacio da parte mia.

    Tina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto bene, grazie Tina. Solo spavento :)

      Elimina

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin