sabato 25 gennaio 2014

Il tema



Venerdì Max è andato a prendere i bambini a scuola. È passato prima a prendere Lorenzo poi è andato da Miche. Da lontano ha scorto Miche che lo aspettava con la maestra di italiano, mano nella mano.
-Buongiorno, le dobbiamo dire una cosa.
Max si è bloccato. Chissà cosa è successo questa volta in classe...
-Miche porta a casa un tema da brivido.
A Max i brividi son venuti, insieme ai sudori freddi. Credo gli sia apparso un foglio pieno di correzioni, scarabocchi e pasticci.
-Ha fatto il tema migliore della sua classe. Un tema bellissimo.
A casa Miche ha voluto leggere ad alta voce il suo tema. Gli ho chiesto il permesso di poterlo trascrivere sul mio blog, per tenrne memoria.
-Certo, mamma. Però trascrivilo senza errori ( ha saltato un paio di accenti e di doppie)
Vanitoso...
Tema: in classe è arrivato un nuovo compagno
Io e i miei compagni salimmo piano, piano, quando arrivammo, andammo a svuotare i nostri zaini, quando finimmo andammo fuori per appendere i nostri zaini a dei ganci appesi al muro con dei chiodi.
Tornammo in classe, io ero un po' pensieroso, sentivo che Pina, la maestra, ci avrebbe dato una nuova notizia che avrebbe fatto agitare me e i miei compagni. 
Io e i miei compagni ci sedemmo, quando Pina arrivò e... Ci diede un nuovo annuncio che agitò tutti noi!
Ci disse che sarebbe arrivato un nuovo compagno, io ero agitatissimo come non mai e non riuscivo a calmarmi!
Per tutta la lezione pensai: come mi sarei divertito con lui, come sarei stato con lui, da dove arrivasse, ma soprattutto, perchè sia andato via dal suo paese?
Tre giorni dopo il suo arrivo fu assegnato a noi bambini della quarta D, che emozione!
Entrò, mi sembrò di percepire dell'agitazione in lui (certo era appena arrivato, anch'io infatti in terza, quando arrivai in questa scuola ero molto, ma molto agitato).
Pina lo accompagnò al suo banco, poi chiamò Madlin (che essendo filippina come lui poteva dirgli quello che gli chiedeva Pina) così si presentò, il suo nome era Frankie ma Pina per facilitare le cose lo chiamò Franco.
Dopo un po', però, Pina si assentò per molti giorni e per Franco furono giorni duri.
Quando ritornò Pina riequilibrò praticamente tutto, così Franco continuò con l'italiano e ancora oggi sta ripassando e imparando nuove cose sull'italiano.
Scommetto che farà imparare anche ai genitori quello che sta studiando di italiano.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin